LOGONEWDEF-RICHVEEL4
logo1440x1440

facebook
instagram

© 2019 RICHVEEL.COM | ALL RIGHTS RESERVED

© 2018 RICHVEEL.COM | ALL RIGHTS RESERVED‚Äč

 Metal Carter 

RICHVEEL - METAL CARTER

Metal Carter cresce ascoltando hardcore, heavy metal (da qui mutuerà il suo nome d'arte) e hip hop, che, come molti altri, sfrutta come valvola di sfogo per i suoi problemi personali. Si affaccia alle scene musicali nei primi anni Novanta, in particolare quella del metal estremo, suonando la batteria per le band death metal Enthralment (poi Corpsegod e poi ancora Corpsefucking Art) e Sepolcurm (poi diventati la band thrash metal VII Arcano).

 

La passione per il rap inizia a 16 anni, ad un concerto al Brancaleone (un locale di Roma), dove ascoltò un freestyle di Danno di 40 minuti e un live di un gruppo (che poi si sciolse) che si chiamava "Losco Affare" composto da: Gufo Supremo (ora Supremo 73) e Benetti DC (all'epoca Guzz One), che presentavano il loro demo B-Boy a tempo pieno.

 

In quel concerto Metal Carter capì che il rap poteva essere serio e stimolante, così gli venne il desiderio di scrivere le sue prime strofe; prima di quella serata "illuminante" (come rilasciò in un'intervista) il rap italiano lo faceva letteralmente ridere. Nei suoi testi il disagio interiore e la violenza in un continuo alternarsi tra esaltazioni di atteggiamenti borderline. Membro dei Truceboys, con i quali pubblica l'EP omonimo (2000) e l'album Sangue (2003), nel 2005 il rapper si propone per la prima volta in veste solista, con l'album La verità su Metal Carter, che lo rende noto a livello nazionale. L'anno seguente è stata la volta dell'album I più corrotti, inciso in collaborazione con Gel, suo collega nel TruceKlan.

 

Il 2007 è l'anno di Cosa avete fatto a Metal Carter?, album che l'artista considera più personale e più maturo a livello metrico e tematico. Nel 2008 Metal Carter consegna alle stampe il suo quarto disco da solista, Vendetta privata, che continua a seguire il filone tematico tracciato dai lavori precedenti. Questo disco tocca un lato più oscuro e introspettivo dell'artista, elaborando tematiche crude, non di certo assenti nei dischi precedenti.

 

Lo stesso anno, Metal Carter partecipa al mixtape Ministero dell'inferno, realizzato dal TruceKlan, con diverse tracce. A marzo 2011 è uscito Società segreta in collaborazione con Cole e Giorgio Tricoli, l'album è stato presentato al Brancaleone. A maggio 2011 è uscito Undead, un nuovo singolo con video (regia di Matteo Swaitz) che doveva far parte dell'album Klan Related (B.B.C.)

Tra il 2011 e il 2013 Carter pubblica i videoclip dei brani Dimensione violenza, Ways e Magnatesta (quest'ultimo brano realizzato in collaborazione con i Giudafellas); tutti e tre i brani sono estratti dall'album Dimensione violenza, uscito il 3 giugno 2014. Nel 2016 è stata la volta del quinto album da solista Cult Leader.

 

Il 26 Ottobre 2018 è uscito il suo ultimo album "Slasher Movie Stile" su tutte le piattaforme streaming del momento.

Contattaci per informazioni booking artista:

Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito per ristoranti